Vai al contenuto

La stazione del leviatano

The Voyage of the Pequod from the book Moby Di...
The Voyage of the Pequod from the book Moby Dick by Herman Melville; one of a series of 12 literary maps based on British and American literature, produced by the Harris-Seybold Company of Cleveland between 1953 and 1964. (Photo credit: Wikipedia)

Oggi, 30 agosto 2011, il Moby Dick di Francesco Niccolini approderà alla riserva naturalistica di Torre Guaceto. Ho già parlato in un post di questo nuovo spettacolo teatrale con la regia di un maestro come Enzo Toma, analizzando soprattutto la figura di Achab, il capitano della baleniera Pequod, facendo un parallelo tra il romanzo di Herman Melville (a cui si è ispirato l'autore dello spettacolo) e il poema teatrale di Niccolini. Oggi voglio invece presentarvi il suo doppio, colui senza il quale lo stesso Achab non sarebbe, il capodoglio, altrimenti noto come il leviatano. Il leviatano è un mostro marino leggendario di cui parla Giobbe nell'Antico Testamento. Io però questa terribile balena bianca che ha masticato, strappato, divorato, schiacciato la gamba del capitano voglio presentarvela con le battute che Niccolini ha scritto nel suo "concerto in forma di via crucis" citandovi l'intera seconda stazione. Buona lettura.

STARBUCK Il capodoglio è l'essere più grande della terra
la più terribile di tutte le balene
maestosa nell'aspetto
la più preziosa per i commerci
la sola creatura dalla quale si può ottenere
spermaceti
DONNA spermaceti IN INGLESE
STARBUCK olio unguento e medicamento senza pari
più prezioso dell'oro
più raro del diamante
più sacro della pechblenda.
ISMAELE Enorme la testa
minuscolo il suo occhio.
STARBUCK Data la collocazione laterale delle pupille
il capodoglio nulla può vedere chi gli stia di fronte
non più di chi si metta alle sue spalle.
ISMAELE Forse per questo non è un pesce socievole.
Odia le balene
DONNA come certi uomini odiano gli uomini
ISMAELE schivo e solitario, inaspettatamente emerge
dalle acque più remote e cupe
con l'alto sfiato, misantropo e diritto.
STARBUCK Nessun bastimento è tanto veloce da inseguirlo
e nessun uomo, nessuno.
Fu
dal Signore
dotato di velocità e potenza
inarrivabili:
Caino
inafferrabile
della sua stirpe.
ISMAELE E di lei
cosa potete dirmi di lei signore?
STARBUCK Di chi, marinaio, della balena bianca?
Dicono che sia ubiqua
che tu la possa incontrare
a opposte latitudini e nello stesso istante.
Dicono che sia immortale:
per quanto i suoi fianchi siano martoriati
da selve di lance
il suo spruzzo continua ad alzarsi imperioso
nei quattro oceani del globo.
Eppure non è la grandezza
non è la forza
non è la resistenza
a renderla spaventosa
ma la malvagità:
non è un animale
non è una bestia feroce
essa è il male in persona
e del male ha tutto l'immenso potere.

Mi auguro di vedere anche voi stasera, cari frequentatori del blog, per questa anteprima al centro visite di Torre Guaceto: si trova sulla strada statale 379 Brindisi/Bari; uscita Serranova, 20 km a nord di Brindisi. I numeri per prenotare sono: 0831/989885 e 331/3477311. Tutti gli altri dettagli li potete leggere nel comunicato stampa. Chiamate perché i posti sono limitati. A stasera.

Enhanced by Zemanta
Print Friendly, PDF & Email

Rispondi