La Fine è l’Inizio

Begin to hope
Begin to hope (mao_lini).

Sta per cominciare La Fine è l'Inizio. Da domani, 17 novembre 2011, per i successivi due mesi, fino al 17 gennaio 2012, su questo blog potrete partecipare ad alcune iniziative che vorrei intraprendere con amici e lettori del blog. Voglio, insomma, raccontarvi perché frequentare il Giuseppe Vitale's website per i prossimi due mesi. In questo post vi spiego l'idea e lo spirito che la anima, il perché sto per farlo. E vi accenno anche a ciò che accadrà.

E' per una buona fine e un buon inizio d'anno che ho deciso di intraprendere due mesi di iniziative alle quali potrete partecipare collegandovi a questo blog. Da domani, 17 novembre 2011 fino al 17 gennaio 2012, troverete in questo mio sito web, che vi invito a frequentare ogni giorno, una serie di post che vi parleranno, ad esempio, di un piccolissimo cantiere in un microcosmo che vi aiuterà a capire tante cose, sotto metafora, del mondo che viviamo. Avrete anche in queste pagine due piccoli regali: uno per Natale e uno per Capodanno. Inoltre sto pensando ad un piccolo evento live per il giorno dell'Epifania. Il programma completo di iniziative ed eventi lo conoscerete domani, con il primo post di La fine e l'inizio.

Buona fine e buon inizio. E' questo l'augurio che ci scambiamo ad ogni vigilia di capodanno perché ci auguriamo una buona fine dell'anno in corso e un buon inizio dell'anno che sta per iniziare.  Speriamo, infatti, che ciò che va concluso, finito, sia terminato nel migliore dei modi possibili e ciò che stiamo per cominciare inizi nella situazione più favorevole. Perché come tutto inizia tutto finisce. Neppure i diamanti sono per sempre, come recitava uno spot pubblicitario di alcuni anni fa. E nel 2011 abbiamo visto per l'appunto arrivare al capolinea una serie di situazioni che pensavamo sarebbero terminate più in là.

La prima di queste che mi viene in mente è la fine del governo Berlusconi. Agli inizi di novembre, infatti, l'immarcescibile premier italiano proclamava la compattezza della sua maggioranza e la longevità della sua presidenza che si sono invece sgretolati negli ultimi giorni costringendolo alle dimissioni. Nessuno ci avrebbe scommesso. Quindi abbiamo assistito alla fine del governo Berlusconi e all'inizio del governo Monti, insediatosi quest'oggi, 17 novembre 2011. Qualche tempo prima, il 20 ottobre, abbiamo visto anche la fine di uno dei suoi principali alleati Mu' ammar Gheddafi, le cui immagini della cattura e della morte tante critiche hanno suscitato. Prima ancora durante la primavera araba abbiamo visto le sommosse di paesi come Tunisia ed Egitto soprattutto contro regimi autoritari ed impopolari. Si può dire che un certo modo antidemocratico di fare politica stia finendo e che una politica più partecipata, non eterodiretta, stia nascendo sulle ceneri del movimento no global grazie agli Indignati di diversi paesi del mondo, soprattutto USA e Spagna.

Il 2011 con il terremoto in Giappone e il relativo disastro nucleare ci ha mostrato inoltre che deve finire certo modo di produrre energia pericoloso per la sopravvivenza dell'uomo e deve invece crescere la quota di energia prodotta con fonti non pericolose e anche meno dannose per l'ambiente e per il surriscaldamento del globo. Le piogge sempre più torrenziali e abbondanti causano infatti delle alluvioni come quella ligure che ci racconta anche un'altra fine necessaria (la fine dell'abusivismo edilizio) e un altro inizio, quello del rispetto dell'ambiente.

"Abbiamo frequentato delle pericolose abitudini" canta Vasco Rossi in I soliti. Ma nonostante queste siamo sopravvissuti, anche se molti ci lasciano la pelle e non possono permettersi di cantare Eh già, io sono ancora qua. Le cattive abitudini, per le quali schiere di adolescenti e non solo provano attrazione, sono responsabili del non cambiamento. Non c'è fine e non c'è inizio se ci crogioliamo nelle solite cattive abitudini. O almeno, se lo facciamo, non lamentiamoci che poi nulla cambia nella nostra vita. Perché anche per le cattive abitudini ci può essere una fine e possiamo iniziare nuove e più sane abitudini che ci permettono quel cambiamento che desideriamo.

A domani allora con il primo post di La Fine è l'Inizio e buon inizio di fine intanto 😉 Per seguire con più facilità il blog potresti anche abbonarti ai feed rss. Ti piace l'iniziativa, che ne pensi?

Print Friendly

Rispondi