Perché La Fine è l’Inizio?

Inizio A 23
Image via Wikipedia

Voglio raccontarvi il perché ho deciso di realizzare nelle colonne di questo blog La Fine è l'Inizio, l'evento lungo due mesi che prima vi ho annunciato e del quale ho anche fornito un programma.

La Fine è L'inizio perché per finire qualcosa davvero spesso la miglior strategia è iniziarne un'altra. La Fine è L'Inizio perché solo quando qualcos'altro sta iniziando il passato può essere archiviato. La Fine è l'Inizio perché solo una nuova storia, una nuova idea, una nuova impresa ci danno l'energia, la voglia, l'entusiasmo di ricominciare. "La fine è un buon inizio": con questa frase di ricerca ieri qualcuno è approdato al mio blog. Lo prendo come conferma di questa buona pratica: iniziare una nuova strada così da mettere alle spalle la vecchia. Questo andrebbe contro un adagio popolare che dice: "Chi lascia la strada vecchia per la nuova sa quel che lascia non sa quel che trova".  Delle volte passando in modo repentino da una situazione all'altra possiamo trovarci "dalla padella alla brace". Bisogna tenere in grande considerazione questo proverbio. E' pur vero però che se non intraprendiamo nuove strade non possiamo cambiare la nostra situazione, non possiamo fare nuove scoperte. E questo potrebbe diventare un falso proverbio: basti pensare a Cristoforo Colombo perché se non si fosse deciso a cercare una nuova via per le Indie non sarebbe approdato nel nuovo continente.

Come si fa a capire quand'è il momento per lasciare la strada vecchia  e incamminarsi sulla nuova strada? Questo segreto lo conosce solo il tempo, è ad esso che dobbiamo affidarci, perché il tempo è il grande custode del mutamento, delle maturazioni, delle stagioni della nostra vita. Pensate alle piante: si chiedono forse quando è il momento di portar frutto? Lo fanno e basta. E' proprio per vivere la transizione, dunque, che ho pensato di ideare questo evento che si sta celebrando in questo blog: La Fine è l'Inizio. E' una iniziativa, infatti, per abitare, per vivere un po' il proprio tempo e non lasciarselo sfuggire di mano. E' la transumanza della propria esistenza. Vuole essere un momento in cui gestiamo la fine e seminiamo il futuro. Se volete un po' quello che hanno fatto Steve Jobs e la Apple. Steve e la sua azienda si sono trovate a gestire la morte del loro fondatore e il futuro dell'impresa. E lo hanno fatto alla grande, incrementando gli affari. Questo grande imprenditore ed informatico ha saputo fare della sua stessa morte un business per la sua adorata mela. Appreso che non poteva fare più nulla contro il suo tumore al pancreas si è dedicato alla sua biografia e alle ultime produzioni. Ha, secondo me, pensato che era la fine della sua vita ma che per altri poteva esserci un inizio.

Buona La Fine è L'Inizio a tutti 🙂 Intanto scrivetemi quale fine e quale inizio state vivendo nella vostra vita.

Enhanced by Zemanta
Print Friendly

Rispondi