Vai al contenuto

La musica silenziosa del bidello Carrisi

Giuseppe Vitale -  bidello
Giuseppe Vitale nei panni del bidello Mario Carrisi nella serie tv Tutta la musica del cuore.

Si annuncia come un grande appuntamento soprattutto con la musica quello con la serie tv Tutta la musica del cuore in onda da domenica 3 febbraio su Rai Uno in prima serata. La musica in questione è per lo più quella classica che i bravi musicisti e attori eseguono all'interno del conservatorio, al centro delle vicende che si dipanano nelle sei puntate. Per l'occasione Paolo Vivaldi, autore delle musiche, ha scelto come tema conduttore una sonata di Bach che ben si sposa con le atmosfere suggerite da immagini e situazioni nelle quali la questione generale della corruzione nella scuola è declinata con leggerezza. Intorno alla musica ruotano dunque i buoni e i cattivi di questa storia. I primi sono capitanati dal boss Francesco Santopirro (Fabrizio Traversa) e dal suo protetto, il direttore Marra (Antonio Stornaiolo). I secondi dall'ispettrice inviata dal ministero (Francesca Cavallin) e dal maestro concertatore (Johannes Brandrup).

All'interno di questa che può essere considerata l'orchestra c'è il mio piccolo ruolo di bidello raccomandato e corrotto. Non suono alcuno strumenti e anzi rimango estraneo al mondo musicale del conservatorio: la mia può essere considerata una musica silenziosa, prendendo a prestito il primo titolo della miniserie che era appunto Una musica silenziosa. Una musica fatta di sguardi, presenze, controllo del territorio del conservatorio, omertà: il controcanto della musica brillante e trasparente dei protagonisti. La mia può dunque essere considerata una musica cupa, grave. Ma non pacifica perché il mio personaggio denuncerà un certo nervosismo.

La mia unica passione sarà una vespa bianca, al quale sarò molto attaccato e che terrò come un gingillo. L'unico sprazzo di luce in un personaggio dai colori tetri nonostante il bel blu del suo camice. Un bidello come tanti se ne vedono nelle scuole, mi ha fatto notare più di qualche amico mentre gli raccontavo di questo mio ruolo, senza voler con questo provocare una polemica con i bidelli della scuola italiana di ogni ordine e grado. Ma Laura Ippoliti, autrice della sceneggiatura, ha fatto questo tipo di scelta a seguito della sua esperienza di docente in un conservatorio. Quindi qualche motivo di dovrà pur essere, non fosse altro che dei cattivi abbiamo bisogno per far andare avanti le storie. E comunque c'è anche un bidello dalla parte dei buoni che collabora con le indagini. Così la categoria da una parte e la serie tv dall'altra si salvano. Buona visione e tornate in queste settimane in questo blog: vi racconterò dell'altro.

Enhanced by Zemanta
Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “La musica silenziosa del bidello Carrisi

  1. Pingback: Puglia tutta da girare e da vivere | Giuseppe Vitale's Blog

  2. Pingback: Polvere d’oro – Giuseppe Vitale's Blog

Rispondi