Quattro provviste per l’autunno

Mappa mentale post estate 2013.
Mappa mentale post estate 2013.

Com'è stata la vostra estate? Che vacanze avete avuto, se siete andati in villeggiatura? Che periodo avete vissuto?

Stamattina ho pensato di raccogliere quattro punti chiave che mi hanno riguardato nel periodo tra agosto e la prima metà di settembre. Così che posso far tesoro delle mie esperienze, condividerle e confrontarmi su di esse. Chiamo voi lettori, quindi, come testimoni in modo che possiate aiutarmi a riconoscere ciò che di significativo mi è successo e a essere sentinelle dei cambiamenti che sto mettendo in cantiere. Siete autorizzati a rimproverarmi qualora dovessi tradire ciò che mi impegno a modificare. Anzi vi chiedo di richiamarmi proprio se non rigo dritto.

Per me è stato un periodo in cui ho mosso più del solito l'ombelico. Chi è in contatto con il mio account Facebok ha notato, infatti, qualche foto in cui sto "ballando" in qualche locale. A beneficio di tutti ne posto una qui sotto.

Serata in discoteca durante l'Improofestival Salento 2013.
Serata in discoteca durante l'Improofestival Salento 2013.

Complice l'esortazione del buon Tiziano Storti a usare di meno la razionalità e di più l'ombelico quando improvviso ho cercato di buttarmi e lasciar fare al corpo, memore di quelle volte che mi è stato detto che il corpo sa bene quello che deve fare. Sono tornato quindi con un senso di leggerezza da Torre dell'Orso dove ho partecipato all'Improfestival Salento 2013 che spero di mantenere per tutto l'anno anche perché nel frattempo sono tornato ad abitudini alimentari più sane e a uno stile di vita migliore. Mi sento rinato. Quindi il primo impegno che prendo per la ripresa autunnale è quello di fidarmi di più del mio ombelico.

L'ultimo giorno di festival lo abbiamo dedicato ad una gita in barca durante la quale tra l'altro abbiamo visitato dal mare la Grotta Azzurra e la Grotta Zinzulusa. Tornato da quei posti mi sono ficcato in questo frantoio ipogeo che vi mostro nella prossima foto.

Frantoio ipogeo di Mesagne
Il frantoio ipogeo di Mesagne in occasione della Festa delle storie 2013.

Un'altra grotta in pratica come quella di Betlemme che cito appena nel racconto presentato per la prima volta alla Festa delle storie a Mesagne, conclusasi domenica scorsa. Per questa occasione ho dovuto lavorare sulla semplicità, sulla pulizia del movimento, sulla freschezza d'espressione. Perciò vi chiedo di aiutarmi a riuscire a restare in questa grotta.

Mi sono state regalate due carte durante l'Improfestival: il tre di cuori e il sette di picche. La prima carta rapresenta il valore positivo che ho in scena. Non è un caso che si tratti del seme dei cuori visto il grande cuore che ci metto in questo campo. La generosità è una delle doti che mi viene riconosciuta. L'altra carta, però, sta a ricordarmi i molti difetti su cui devo tanto lavorare, i limiti che devo tenere presente, gli errori che devo evitare. Perciò quando mi vedete fare cose che non vi piacciono per favore ricordatemi le mie due carte.

Prima di partire per la costa adriatica a sud di Lecce sono caduto in bagno e ho battuto la testa. Tanto spavento ma nessuna conseguenza, pare, a parte un ematoma andato via in tre giorni circa. Ho inserito anche questo mio episodio nella mappa che vedete sopra all'inizio del post perché è pur sempre un ammonimento, un segno se volete. Una specie di battesimo per un periodo nuovo. Ma anche un campanellino d'allarme contro quella fatalità nella quale spesso sprofondiamo e a causa della quale non ci dedichiamo alla sicurezza e alla prudenza necessarie per evitare questi e altri incidenti simili. Infatti io per anni mi sono fidato delle borchie della vasca da bagno che invece si sono rivelate insufficienti.  Perciò quando mi vedete fare manovre pericolose ammonitemi: «Stai attento a non battere di nuovo la testa!». Anche perché in questa occasione si è mostrata essere dura ma non sta scritto da nessuno parte che la seconda volta non si possa rompere.

A voi cosa è successo di interessante? Cosa vi portate dietro?

Enhanced by Zemanta
Print Friendly

Rispondi