Vai al contenuto

Dieci buoni motivi per conoscere Umberto Santucci ed essergli grati

Umberto Santucci
Umberto Santucci e i sei cappelli per pensare.

Qualche volta incontri delle persone che ti cambiano in meglio la vita. Ti insegnano tanto, ti aprono un mondo proprio. Poche volte, poi, queste persone, anche se sono molto impegnate, sono disposte ad ascoltarti e ad accoglierti. È raro che lo facciano più di una volta. Rarissimo, poi, che si riesca ad averci a che fare per tanto tempo. A me è successo con Umberto Santucci, un problem solver e formatore al quale devo moltissimo. Ve lo consiglio proprio come consulente e non solo. Ci sono infiniti motivi per avere a che fare con lui. In occasione del suo compleanno, che è oggi, ne approfitto per ringraziarlo in pubblico e per darvi almeno dieci motivi per conoscerlo:

  1. mi ha insegnato che bisogna far luce sulla chiave e cioè che i problemi più che risolverli è importante imparare a definirli;
  2. mi ha aiutato a capire che un problema è una scalinata, e come tale può essere affrontato passo dopo passo;
  3. ho capito quanto avvincenti siano i problemi quando nel suo libro scrive: "ogni problema è una narrazione";
  4. leggendo un suo post mi sono reso conto che a volte i problemi non esistono;
  5. sempre leggendo il suo libro ho compreso la differenza tra "complicato" e "complesso", che non sono sinonimi;
  6. mi ha fatto conoscere i libri di Paul Watzlawick, Giorgio Nardone e Bruno Munari;
  7. l'anno scorso mi ha guarito dalla confusione;
  8. ho scoperto per merito suo per la prima volta le mappe mentali;
  9. gli devo anche la buona prassi di formulare gli obiettivi in modo S.M.A.R.T.;
  10. ancora mi ricordo la migliore zuppa di pesce della mia vita che mi ha portato a mangiare con sua moglie Gianfranca, cantante jazz, a Porto Recanati, dove abita.

Nell'immagine in alto vedete Umberto con "i sei cappelli per pensare", metodo che riprende da Edward De Bono. Sebbene io non abbia mai partecipato ad un role play di questo tipo, devo alla lettura del paragrafo del libro in cui ne parla la capacità di mettermi nei panni altrui che mi sta aprendo ulteriori nuovi mondi. Date un'occhiata al suo sito web e buone scoperte anche a voi! E se avete piacere ditemi, nei commenti, che cosa avete trovato di interessante, condividete le vostre esplorazioni.

Enhanced by Zemanta
Print Friendly, PDF & Email

Rispondi