Il mondo nei prossimi dieci anni

Future Or Bust!
Future Or Bust! (Photo credit: Vermin Inc)

La Pasqua è un periodo di rinascita, di rinnovamento. Che si creda o meno in Dio la natura in questo periodo riprende il suo corso più rigoglioso. Perciò le nostre menti, i nostri sensi si aprono al mondo, a nuove esperienze e conoscenze. Quale momento, allora, è il migliore per allargare il proprio sguardo al mondo e pensare ai principali cambiamenti che ci attendono? Anche perché se il futuro non sarà roseo comunque andiamo incontro a tanti miglioramenti, a scenari meno drammatici che in passato. Oggi voglio considerarne alcuni insieme a voi.

Il prossimo presidente degli Stati Uniti sarà una donna. Gli americani eleggendo Obama hanno già dimostrato propensione al cambiamento. Il prossimo passo sarà l'elezione di Hillary Clinton. Nella stanza dei bottoni del paese ancora più potente al mondo ci sarà quindi una lei. Questo potrebbe comportare finalmente l'ingresso di un pensiero muliebre, femminile, nella politica mondiale.

Aumenteranno gli scioperi e le rivendicazioni sindacali anche nei paesi asiatici. La cronaca di questi giorni ci racconta che sono già iniziati. Andiamo quindi incontro a un minore sfruttamento della manodopera, che è un grande progresso. E magari la concorrenza non si baserà più sulla riduzione del costo del lavoro.

La popolazione mondiale continuerà a crescere ma a ritmi inferiori. I figli, si sa, sono tanti in tempi di miseria e diminuiscono con il benessere. Da un punto di vista economico e sanitario dovremmo fare dei passi in avanti. Quindi è prevedibile che ci saranno meno nascite.

I diritti delle donne, degli omosessuali e dei disabili vedranno un sempre più ampio riconoscimento.

Ci saranno meno inquinamento e sfruttamento delle risorse del pianeta.

L'accesso alla rete, all'internet sarà esteso a tutto il mondo. Ci saranno maggiore digitalizzazione delle nostre attività e quindi più conversazioni tra persone distanti tra loro, anche grazie agli strumenti di traduzione delle lingue che diventeranno sempre più raffinati e precisi. Già ora, ad esempio, usando google translator si riesce ad avere una conversazione decente.

Nello scenario geopolitico mondiale emergeranno sempre di più paesi come l'India e la Cina a controbilanciare il predominio degli USA. D'altronde gli americani si stanno già preparando a questo scenario con un progressivo ritiro dalle scene, che non vuol dire che scompariranno ma resteranno un po' più dietro le quinte. I paesi europei come la Germania continueranno a fare affidamento sugli USA ma cercheranno sempre di più altre soluzioni.

In Inghilterra forse ci sarà una rivolta contro le banche.

L'analfabetismo sarà quasi del tutto scomparso.

In Italia l'economia, anche se lentamente, riprenderà a crescere.

Ci saranno progressi economici persino nell'Africa subsahariana, la zona più povera al mondo.

L'Europa sarà sempre più terra di immigrazione per africani ed asiatici. Questa tendenza sta già contro-bilanciando la diminuzione delle nascite e l'invecchiamento della popolazione nel vecchio continente.

Nel mondo del turismo "i servizi passeranno in secondo piano rispetto a un’ospitalità fatta di persone e di relazioni" come racconta un interessante report sul turismo.

Avremo un papa africano. Auguro tanta salute e tanta vita a papa Bergoglio ma il momento in cui sul soglio di Pietro si presenterà un cardinale africano è sempre più vicino. Avremo quindi al Vaticano una spiritualità meno occidentale, romano-centrica e più in sintonia con il mondo e l'ambiente.

Per saperne di più.
Una parte di queste previsioni le ho mutuate da Il mondo nel 2020. Le previsioni della CIA per i prossimi 15 anni. Tendenze e studi interessanti le trovate sul blog Italia 2033 anche se purtroppo i post non sono più aggiornati dal 2 luglio 2012. Chi vuole allargare poi lo sguardo fino al 2030 o al 2050 può dare un'occhiata ad un articolo di Nick Bostrom. Chi capisce l'inglese può divertirsi a dare un'occhiata a un articolo del theguardian che parla di 20 predizioni per i prossimi 25 anni.

E voi, quali cambiamenti vi attendete o sperate di incontrare nei prossimi dieci anni?

Enhanced by Zemanta
Print Friendly

Rispondi