Cinque buone pratiche per relazioni di successo

The Path.....
The Path..... (Photo credit: rogilde - roberto la forgia)

Come possiamo curare al meglio le nostre relazioni, sia professionali sia private? Come possiamo fare ad averne di nuove, interattive, intense? Dove possiamo procurarcele e come? Sono le domande alle quali in questo periodo nel mio blog sto cercando di rispondere attraverso il Corso breve e pragmatico di relazioni pubbliche che sto postando un pezzo alla volta. Siamo giunti a metà percorso: siamo al quinto post sui previsti dieci post complessivi. Oggi vorrei fermarmi insieme a voi, ricapitolare le tappe e fare qualche riflessione, così da aiutarvi, tra l'altro, a fare pratica sui punti esposti. Ecco qui gli articoli:

  1. siamo partiti da La mossa dei neuroni-specchio, vale a dire la prima mossa da fare per riattivare le proprie energie e conoscere gente nuova dalla quale lasciarsi stimolare;
  2. subito dopo abbiamo fatto La mossa dei blogger, cioè quella di scrivere post per attivare gli scambi;
  3. poi abbiamo cercato di capire come approfittare al meglio degli eventi;
  4. ci siamo dopo soffermati su come fare buona impressione ad una festa;
  5. infine abbiamo parlato del segreto per suscitare l'interesse dei migliori professionisti.

Abbiamo già cinque utilissimi strumenti per imbastire la nostra piccola-grande rete di relazioni. Infatti abbiamo visto le occasioni e i posti per conoscere le persone, come fare buona impressione su di loro e come continuare a coltivare i contatti suscitando il loro interesse. Se li mettiamo in atto siamo a buon punto. Non esitate a fare pratica. Approfittatene fin da ora altrimenti resta tutto teoria, una delle tante cose più o meno utili che però poi non usiamo. Per favore fatelo e poi venite a raccontare com'è andata nello spazio dei commenti di questo post. Se qualcuno ha già lavorato con questi strumenti può iniziare a raccontarci qualcosa. Vi do qualche giorno per fare pratica, tornerò a riprendere il percorso che ho programmato giovedì prossimo. Buon lavoro 😉

Print Friendly

Rispondi