Vai al contenuto

Lettere di ammirazione per cambiare vita

Per avere a che fare con persone interessanti si può iniziare dallo scrivere lettere di ammirazione pubbliche. Come consiglia Austin Kleon nel suo libro Ruba come un artista:

(...)Consiglio di scrivere lettere di ammirazione pubbliche, per le quali Internet è il canale ideale: in un blog scrivi un articolo sull'opera di qualcuno che ammiri e linkalo al suo sito; realizza qualcosa e dedicala al tuo beniamino; rispondi a una domanda che questi ha posto, risolvigli un problema o sviluppa il suo lavoro e segnalalo online.

Forse il tuo eroe vedrà queste opere o forse no; magari ti risponderà o magari non lo farà; l'importante è che manifesti il tuo entusiasmo senza pretendere nulla in cambio, partendo da lì per sviluppare nuove attività".

Io ho cercato di mettere in pratica questa lezione e ho scritto finora tre lettere di questo tipo:

  1. Dario Fo;
  2. Ascanio Celestini;
  3. Umberto Santucci.

Siate particolareggiati nello scriverle, raccontando nei dettagli i pregi, le virtù che amate in queste persone. Fate esempi chiari e illuminanti. Se non le leggeranno loro magari se ne accorgerà qualche loro ammiratore e potrete così condividere impressioni, giudizi e conoscenze. Per esempio ho un'amica che è fan di Robbie William e sono venuto a sapere che lei e i suoi fan club sono molto attivi. È grazie ad essi che lei è in continuo contatto con molti suoi amici nel mondo con i quali spesso si reca ai concerti a proposito dei quali riesce a trovare i biglietti, grazie a questa rete.

Scrivere lettere di ammirazione per i nostri beniamini può dare una svolta alla nostra professione. Condividi il Tweet

Essere ammiratori o fan di una celebrità però può anche cambiarvi la vita, può procurarvi un lavoro, addirittura può accadere che il personaggio famoso stesso ve lo dia come accadde a un anonimo assicuratore italiano che viveva e lavorava a Londra. Una sera del 1983 va a teatro a vedere Mistero Buffo di Dario Fo e Franca Rame. Lo spettacolo gli piace così tanto che va a vedere tutte le repliche finché Dario lo nota e gli chiede perché venisse ogni sera a teatro. Il nostro assicuratore si chiama Mario Pirovano e da quel giorno in cui si fece notare dal suo beniamino ha iniziato a lavorare per lui e sua moglie. All'inizio ha fatto di tutto: l'elettricista, la comparsa, il traduttore, aiuto macchinista. Ora gira il mondo con gli spettacoli di Dario Fo recitati in inglese e lavora come attore in altre produzioni. Non è famosissimo ma si diverte tanto con il mestiere più bello del mondo. Perciò cari miei lettori ora correte a scrivere la vostra lettera di ammirazione e pubblicate il link nei commenti 😉

Print Friendly

Rispondi