Vai al contenuto

Le storie di #mangiamoinsieme by Coca Cola

Coca Cola a Francavilla
Una piccola folla che si appresta ad approfittare del dono delle bottiglie di Coca Cola.

C'era qualcosa di rosso ieri per Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi. E non era sangue. E nemmeno una manifestazione nostalgica. Per tutta la giornata la Coca Cola ha distribuito bottiglie per strada, gratis. Potete immaginare la calca, soprattutto di adolescenti, che si è formata. La multinazionale è giunta in forze nella cittadina con numerosi furgoni che oltre al marchio-logo riportavano il claim "Mangia con me". Ecco un breve video su quel che è successo nel pomeriggio sul viale che porta alla stazione.

Ho provato a saperne di più su questa iniziativa cercando su Google ma non ho trovato niente. Su Twitter c'è solo una testimonianza che dice che lo stesso evento si è ripetuto il giorno prima a Lecce. A sorpresa, quindi, pare che l'azienda di Atlanta stia facendo ricorso a tecniche di guerrilla marketing. Durante la distribuzione, tra l'altro, gli addetti ripetevano di continuo "C'è più gioia a mangiare insieme" ricalcando le emozioni del loro ultimo spot. Anche se, a ben guardare, visti i potenti mezzi di cui dispone la Coca Cola si dovrebbe parlare piuttosto di road show, di evento pubblicitario che si realizza per strada.

Si tratta di un evento ben concepito e con una logica coerente. D'altronde questa multinazionale è sempre stata ad alti livelli in termini di marketing. Questa volta ha voluto raccontarci una storia. Come le storie narrate su un suo sito creato apposta. Quindi potremmo parlare di un'iniziativa di storytelling aziendale dove l'eroe è il consumatore stesso. L'antagonista, il nemico da combattere, è chi non mangia con me, chi non condivide il pasto, chi si isola. Gli amici del'eroe sono gli uomini e le donne della Coca Cola che fanno le distribuzioni per strada. Lo strumento attraverso cui si può vincere la lotta che si deve ingaggiare è la bottiglia, la bevanda: è lei che riunisce, che  dà gioia. E per finire chi le racconta, chi le scrive queste storie di famiglie italiane che si riuniscono a tavola? Sono sempre gli acquirenti a farlo attraverso la contestuale campagna social mangiamoinsieme.

C'è da giurare che questa campagna sia in concomitanza con l'Expo a Milano e che città dopo città risalirà la penisola con, magari, un crescendo di altre iniziative che Coca Cola Italia sta di sicuro preparando. Quel che già sappiamo è che la bevanda è partner dell'esposizione universale.

Cosa ne pensate di questa mossa della famosa bevanda? Quanto e come vi sentite coinvolti? Raccontate tutto nei commenti. Intanto divulgate il post su Twitter 😉

Le storie di mangiamoinsieme by Coca Cola: http://wp.me/p1Lt6o-1M8 Condividi il Tweet

Aggiornamento delle 14 e 40.
Mi è stata segnalata la presenza di due furgoni che distribuivano la Coca Cola anche ad Oria, a cinque chilometri da Francavilla, ieri sera.

Print Friendly

Rispondi