Vai al contenuto

Located in Kyoto, Japan, Daigo-ji is the head ...
Image via Wikipedia

Ho diradato di molto le mie pubblicazioni negli ultimi mesi. Pubblico sempre meno in questo e negli altri miei blog e sulle timeline di facebook e twitter. Tanto per cominciare penso che i miei contatti nei social network mi ringrazieranno, come altrettanto faranno i lettori più o meno occasionali di questo blog.  Di meno è meglio, si sa, di fronte alla vastità dell'internet, all'overload informativo con il quale spesso, almeno io, faccio i conti ogni giorno. Non voglio abbandonare la rete e smettere di pubblicare, sia chiaro. Ma d'ora in poi sarò più essenziale, più sintetico e pubblicherò con meno frequenza. La ragione di tutto questo la spiega bene questa storia zen.

...continua a leggere "La vera realizzazione"

3

Ultima modifica il 10 marzo 2014 alle 16:54

Plastico Istituto Vittorio Emanuele II di Giovinazzo
Plastico dell' Istituto Vittorio Emanuele II di Giovinazzo (Bari) che nella sede di Res Extensa ha ospitato il workshop.

Dal 6 al 9 Gennaio 2012 si è svolto a Giovinazzo (Bari) Short Latitudes, un workshop che fa parte del progetto del Teatro Pubblico Pugliese, che si avvale della collaborazione del Birmingham Repertory Theatre, dell’Oval House di Londra e dell’Università di Bari. Ho avuto la possibilità di parteciparvi e vi racconto un po' come è andata facendo tre riflessioni rispetto al territorio in cui vivo ed opero, per lo più, la Puglia: sul senso della scrittura, i temi importanti, il lavoro di squadra.

...continua a leggere "Le tre lezioni inglesi"

2

Ultima modifica il 18 dicembre 2015 alle 16:42

Diogenes Club
Diogenes Club. Claudio Di Ludovico.

Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare. Quando le difficoltà si fanno serie è il momento di cominciare ad usare di più e meglio la testa. Quando l'orizzonte è pieno di angoscia ed incertezze è il momento di guardare il senso delle cose da più lati. Per questo per me il 2012 è l'anno dei maghi, l'anno cioè di coloro che giocano con le metafore e con la retorica per ampliare le nostre vedute, per consentirci di vedere ciò che non vedevamo, per rischiarare un cammino che si è fatto piuttosto scuro, buio. Protagonisti di questi strumenti sono gli artisti. Perciò come attore mi sento chiamato in causa, come Diogene, a portare in dono un po' di quella luce che ogni giorno alimento. Voglio, quindi, raccontarvi un po' che strade percorrerò in questo anno nuovo nella speranza di incontrarvi, di fare un pezzo di strada insieme a voi o almeno di darvi qualche spunto, qualche opportunità.

...continua a leggere "Le prime luci del 2012"

1

Pena Palace - Palácio da Pena - Sintra, Portugal
Pena Palace - Palácio da Pena - Sintra, Portugal (starrynight1)

Ad ogni cambio d'anno qualcosa del vecchio anno viene gettato via come simbolo del passaggio, come rito per propiziare buone novità nel nuovo anno. Anche a livello intellettivo tendiamo a mettere da parte ansie, angosce, preoccupazioni dell'anno appena passato per accrescere in noi l'apertura mentale, psicologica a ciò che di buono vogliamo che accada. Purtuttavia portiamo con noi molte cose dei 12 mesi appena trascorsi. In fondo il capodanno è solo una data nella quale facciamo dei buoni propositi anche per migliorare noi stessi e la nostra vita. In questa operazione credo sia utile ed importante considerare che cosa di buono ci ha lasciato in eredità il lasso di tempo che ci mettiamo alle spalle. Perciò la domanda che oggi, 2 gennaio 2012, mi sono posto è: che cosa mi ha lasciato in eredità il 2011? Ve ne parlo non tanto per il narcisistico gusto di raccontarsi ma per aiutare chi ha condiviso con me qualche pezzo di strada o chi vorrà farlo in questo 2012. Voglio permettere a tutti costoro, infatti, di individuare le cose belle fatte insieme in modo da farne di migliori nel corso dei prossimi 12 mesi.

...continua a leggere "L’eredità del 2011"

the Magician
The Magician. Created for: Photoshop Contest Week 326 ~ My Bunny Milky

2012, dear friends, will be the year of the magicians. I'm not talking about the magicians who cheat a lot of money with cards, filters, pranotherapy and so on. I'm talking about another magic, the magic of who go in search as the knights of the Round Table of King Arthur or the magic rites of initiation to which adolescents are subjected, even today, although we believe to be more culturally advanced of our ancestors. The coming year will bring a transformation. But this transformation depends on our hands, we are ourselves the creators of it as homo faber suae quisque Fortunae. It's like to get back to the Renaissance in 2012. So we could discover that subtle magical sense of things, that relationship with nature that becomes the primary source of imitation in the arts et cetera. Starring in the new year will be all those who work with metaphors and with all the tools with which the meaning is expanded, enlarged, magnified. New visions of the world will born and will allow us to rework the question of distribution of resources that the international speculation, that caused the economic crisis in Greece and Italy, is concentrating increasingly in the hands of a few. Artists, actors, filmmakers, poets, writers, magicians will give us a new world. Happy 2012 to everybody.

Enhanced by Zemanta