Vai al contenuto

Serata Home Theatre & Restaurant: cinque importanti motivi per esserci

Le migliori ragioni per partecipare alla cena-spettacolo

L'appuntamento

Si preannuncia come un appuntamento di sicuro successo, di grande apprezzamento e che sta destando molte aspettative nella cittadina dove si svolgerà: Oria, perla del Salento con i suoi colli, il suo castello, la cattedrale e tanto altro ancora. Sto parlando della Serata Home Theatre & Restaurant che si svolgerà sabato 1 dicembre 2018 alle ore 20. Si tratta, in parte, di una cena preparata da una homer, dalla proprietaria di casa che accoglierà, intrattenerà e servirà gli ospiti assieme alla sua mini-squadra. Il menu lo potete leggere nel precedente post sull'argomento. Per l'altra parte c'è uno spettacolo riservato ai pochi, intimi, partecipanti che condivideranno con noi questo particolare e prezioso momento. Infatti ci sarà un mio show teatrale, di teatro a domicilio possiamo dire, e l'accompagnamento musicale del maestro Paolo Carone (pianoforte e voce).  Penso di far cosa molto gradita a chi ci sta chiedendo informazioni e ulteriori dettagli se pubblico qui di seguito i cinque principali motivi per partecipare, per stare con noi e vivere una serata unica nel suo genere.

Il viaggio tra i sapori

Si tratta di un viaggio culinario tra antico e moderno, alla ricerca delle emozioni del tempo perduto. Riguarda, infatti, i sapori che rievocano il gusto del passato, accostati a contaminazioni moderne ma mai scostandosi dalla tradizione dei prodotti tipici locali. Un'immersione nel gusto, accompagnata da un ottimo vino. Stiamo parlando del Rose del sud, dell'Antico Palmento di Manduria, un I.G.P. Salento Primitivo del 2017 dell'agro di Manduria, corposo e avvolgente e dalla mite alcolicità.

Il Mistero Salentino

Per l'occasione rispolvero un mio cavallo di battaglia, visto che è sulla breccia da diversi anni, che è Mistero Salentino, Storie di santi, di matti e di gatti. Si tratta di racconti e fiabe della tradizione popolare salentina assieme a filastrocche, una poesia e una giullarata di Dario Fo. La mia performance, dalla durata di un'ora e quindici minuti circa, in questa occasione prevede, tra gli altri, alcuni pezzi  di qui ho qui il piacere di anticipare qualche informazione in più, per i più curiosi:

  • Ciucciu cacaturnisi, racconto della tradizione popolare che racconta le avventure e le disavventure di un ragazzino costretto ad andare per il mondo a cercar fortuna, suo malgrado, a causa dell'assenza del padre ed essendo l'unico maschio nella sua numerosa famiglia. Esso fa parte dei cosiddetti cunti, che un tempo si usavano per far divertire i più piccini ma anche i più grandi, dal chiaro contenuto, tra l'altro, di satira anticlericale, come spesso accade in questo genere di affabulazione;
  • Guerin Meschino e Recchi di ciucciu, un racconto che ha un'origine particolare perché proviene da una storia per bambini che un certo Papa Parisi raccontava a cavallo tra ottocento e novecento ai bambini nelle campagne tra Oria e Francavilla Fontana. A sua volta deriva dal romanzo cavalleresco di Andrea da Barberino pubblicato nel 1473. Esso in parte rievoca la presenza degli albanesi in Italia nel '500 a seguito della campagna militare nelle puglie dell'eroe nazionale albanese Giorgio Castriota Scanderbeg a fianco degli Aragonesi.
  • La cantata dei pastori, un genere di teatro popolare molto antico che si rappresentava nel napoletano, tratta da La Bibbia dei Villani (contenuto sponsorizzato) di Dario Fo e Franca Rame.

La buona compagnia

Saremo in ottima compagnia dal momento che siamo persone amanti della buona cucina, degli eventi culturali, buoni conversatori e gioviali. Di sicuro anche tu lo sarai ed avrai piacere a conoscere nuove persone con interessi simili ai tuoi.

Oria fumosa

Se avvicinandoti ad Oria vedrai del "fumo" circondare la città non ti spaventare, non è stata Angela che ai fornelli ha bruciato la cena e ha incendiato la casa :mrgreen: . Si tratta di una leggera nebbiolina che dà alla città una patina di ulteriore fascino e mistero e che è legata ad una leggenda legata al periodo della costruzione del suo castello e cioè nel XIII° secolo.  Oltre al castello, se vieni prima del nostro appuntamento (alle 20), magari sin dalla mattina o nel pomeriggio potrai visitare:

  • il quartiere ebraico, importante insediamento degli ebrei nel IX secolo;
  • la basilica cattedrale, i suoi ipogei e le sue mummie: una cripta con confratelli mummificati che ha degli eguali solo in altre due città italiane;
  • le diverse aree archeologiche

e tanto altro ancora.

Fai la tua parte

La Serata Home Theatre & Restaurant si svolgerà a Oria in via XXIV Maggio 15b, una traversa della strada che porta alla stazione, con inizio alle ore 20. La prenotazione è obbligatoria e hai tempo fino a giovedì 29 Novembre. Sono previsti in tutto al massimo 25 persone. Il prezzo pro-capite è di 45 euro (compreso di tutto). Devi solo chiamare adesso perché già ci sono tante prenotazioni al 392 0244627. Ti aspettiamo!

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi