Vai al contenuto

Cartolina d'auguri ricevuta da Omar Argentino Galván
Cartolina d'auguri che ho ricevuto da Omar Argentino Galván per il mio quarantesimo compleanno.

C'era una volta un pezzo di carta  celeste. Era di un bel colore, tutti dicevano, ma era solo un residuo tagliato via da chissà dove. Non era adatto a niente e rimaneva sempre via, da solo. Se avesse potuto si sarebbe gettato con le proprie mani nel cestino e farla finita, se solo avesse avuto le mani...

...continua a leggere "Come conquistare i cuori delle persone con una graffetta e un pezzo di carta"

Nel cellulare della bella biondaDino Zoff nel 1982 vinse i campionati mondiali di calcio con la storica finale vinta con la Germania per 3 a 1, in Spagna. Aveva quaranta anni. Quelli che compio io oggi, 15 Febbraio 2014. E subito dopo fu testimonial di una celebre pubblicità, quella dell'olio cuore in cui saltava la staccionata. Quindi ho speranza di poter compiere qualche impresa sportiva ancora. Proverò a riprendere le mie attività fisiche saltando i muretti a secco del salento, visto che dalle mie parti le staccionate 'un ce so'.

Robbie Williams ha compiuto quaranta anni qualche giorno fa. E fa impazzire le ragazzine (e le donne più mature) dai tempi dei Take That. Allora forse posso essere ancora una rockstar pure io. Chi mi ha sentito cantare magari non è d'accordo ma prima o poi capiranno che le mie non sono stonature ma scelte di stile.

...continua a leggere "Le imprese di un quarantenne che salta i muretti a secco"

1

Nicola e Carrisi
Nicola (a sin. Lucas Waldem Zanforlini) e Carrisi (a des. Giuseppe Vitale) in Tutta la musica del cuore.

Ci vediamo alle nove e trenta amici. Di quale nove e trenta sto parlando? Parlo prima di tutto di un appuntamento con la vita, l'ultimo anno prima di iscriversi al club degli 'anta. Oggi, 15 febbraio 2013, compio trentanove anni. E in greco trentanove si dice appunto nove e trenta. Questo mi permette allora di ricordarvi un altro appuntamento, questa volta televisivo, che va in onda la domenica e il lunedì intorno alle 9:30 della sera. Sto parlando della miniserie Tutta la musica del cuore, di cui domenica 17 ci sarà la quarta di sei puntate e nella quale sono il bidello Carrisi. A proposito di televisione, poi, il trentanove  è il numero atomico dell'ittrio che si usava per i fosfori rossi dei vecchi tubi catodici. E anche se questi apparecchi non si producono più oggi mi sento televisivo e mi auguro che in questo mio nuovo anno di vita, che inizia oggi, di avere altre occasioni per fare buona televisione. Mi auguro di far compagnia agli italiani, di farli sentire a casa, come sentono il sapore di famiglia e di casa gli italiani all'estero o chiunque chiami in Italia e deve anteporre il +39 al numero da comporre. Oggi vorrei essere in ogni abitazione, negozio, edificio come anche per strada ed essere amico di tutti, ma proprio di tutti. E dare a ciascuno la certezza di un appuntamento, come si faceva ai vecchi tempi senza rete e senza cellulari, alle 9 e 30, così per bere una birra, per chiacchierare, per raccontarci la vita. Mi auguro in questo mio trentanovesimo anno di vita di poterlo fare con quanti più amici è possibile.

38
38 - Ed Schipu

E' il mio duodequadraginto o duodequadragintesimo compleanno. XXXVIII° compleanno se preferite. Bello, grande, mastodontico. Così mi sento l'impero romano o, meglio, mi sento vecchio, antico come l'impero romano. Male che va posso sempre riciclarmi dal rigattiere e farmi una montagna di soldi, visto quello che costa l'antiquariato. E poi ha il suo fascino: già me la vedo una bella donna nel negozio che mi compra e mi porta a casa e che poi accarezza il mio marmo...

E' il mio compleanno nontotiente secondo la funzione di Eulero. Non pensate a male, non ho detto "non do niente", perché di solito sono generoso.  Però fa figo avere gli anni dell'equazione del grande matematico svizzero Eulero. Ve li ricordate i suoi insiemi? L'insieme A che contiene tutte le femminucce per esempio e l'insieme B che contiene tutti i maschietti e l'insieme C che interseca quelli che sono maschietti e femminucce. Oppure l'insieme che ieri sera ha visto San Remo e quelli che invece sono usciti con il partner e il terzo insieme che include quelli che erano con il partner e contemporaneamente guardavano San Remo e il quarto insieme che si annoiava sia con il partner sia con San Remo e allora è andato a farsi una birra...

Questo mio trentottesimo anno è l'anno della botte, visto che 38 per la smorfia è proprio la botte. Sto in una "botte de fero" come dicono a Roma. Mi sento al sicuro allora. E chi me tocca a me? No, perché dico, mi avete visto? Ho due spalle e due mani belle grandi. Uno a picchiarmi ci penserebbe due, tre volte. Diverso è se vuole picchiarmi una. Non che mi piaccia il sado-maso ma trovo eccitante la donna che s'incazza. Beninteso, non mi piace far incazzare le donne che è sempre meglio tenerle buone, ma la loro arrabbiatura mi attizza.  E a me sapete come mi chiamano? L'attizzatoio 😉

Sento che è il mio anno fortunato. La rotella della roulette americana ha trentotto scanalature. Tocca annà a giocà allora, magari al casinò di Sanremo. Solo che se incontro Pupo non rispondo più di me dopo la sua performance all'Ariston con Celentano. Va bene che i più piccoli non si devono picchiare che sono indifesi. Ma na' capocciata sulle gengive gliela darei volentieri. Già che ci sono pure a Gianni Morandi. A Celentano no, niente violenza fisica, niente di niente. Ha già avuto la sua parte di invettive su twitter e facebook, non si spara su chi ha ricevuto già un bombardamento, non di effetti speciali come abbiamo visto nello show, ma di merda come in tanti avrebbero voluto fare se avessero potuto. Mica per qualcosa, la merda porta fortuna.

Enhanced by Zemanta