Vai al contenuto

Ultima modifica il 28 settembre 2016 alle 18:32

Credit: publicdomainpictures.net
Credit: publicdomainpictures.net

Ogni anno di questi tempi il mio blog riceve tantissime visite da parte di ragazze e ragazzi ma anche di persone adulte che cercano di capire cosa fare in estate. In altri termini vorrebbero trovare delle idee o dei progetti da realizzare durante la loro estate. Quindi penso spesso a questo argomento e ho pensato di mettervi a disposizione ogni anno, all'inizio di questa bella stagione, le migliori occasioni, le più professionali, le più illuminanti possibili perché vi sentiate felici, contenti, soddisfatti. In questa occasione ho ben dodici risorse a vostra disposizione!

...continua a leggere "Che cosa fare nell’estate 2016"

Ultima modifica il 29 maggio 2016 alle 14:41

Oratore e pubblico
Credit: Brent Ozar.

Avevo otto anni circa quando ho pronunciato il mo primo discorso davanti a delle persone, una decina più o meno che per l'età, l'esperienza e le forze che avevo erano anche troppe. I miei, negli anni '80, si erano lanciati in una delle primissime attività di multi-level marketing in Italia. Avevano seguito dei corsi di formazione e avevano acquisito in breve le capacità necessarie per illustrare le caratteristiche dei prodotti in vendita. Si facevano spesso delle presentazioni e c'era persino un manuale con tutte le indicazioni su cosa dire e come farlo. Li vidi che stavano preparando una di queste dimostrazioni a casa nostra. Chiesi di aiutarli tenendo io una parte della conferenza. Non era tanto difficile. C'era scritto tutto. Perciò imparai a memoria il testo e quando toccò a me iniziai entusiasta e spedito. A metà però del mio intervento dimenticai ciò che dovevo dire. Non avevo più nulla in testa. Mi prese una gran paura e mi misi a piangere. Fui subito consolato e lodato da tutti per quel che comunque ero riuscito a fare. Io però giurai in quel momento che non sarebbe mai più accaduta una cosa del genere. Che crescendo e studiando avrei acquisito tutte le capacità necessarie per cavarmela più che bene in queste occasioni. E così è stato. Negli anni mi sono capitate o mi sono procurato diversi momenti in cui ho dovuto parlare davanti a tante persone e sono riuscito ad imparare molto anche grazie al fatto che ora faccio l'attore e quindi prendo a prestito delle tecniche che mi aiutano tanto. Oggi in questo post voglio mettere a disposizione alcune dritte su come affrontare il pubblico in un'occasione speciale.

...continua a leggere "Come preparare e tenere il discorso di fine anno"

2

Ultima modifica il 29 maggio 2016 alle 14:48

I problemi? Tiri la prima pietra chi non cerca di scansarli, come se fossero una tremenda malattia! Tutti cerchiamo di evitarli, bypassarli, eluderli. Anche nel linguaggio quotidiano spesso ripetiamo: "non c'è problema" o "non ci sono problemi". Trattiamo questi ultimi come ospiti indesiderati da non accogliere o addirittura da cacciare di casa. Ci professiamo come uomini o donne senza macchia, senza problema. Per noi il problem solving è l'arte del ladro che sfugge a tutte le polizie del mondo con facilità. Ci sentiamo degli Arsenio Lupin. Oppure, dall'altra parte, ci sentiamo vittime dei problemi, come se una congiura fa sì che siano riservati tutti a noi. Solo la loro presenza ci fa gridare alla sfiga cosmica. Il nostro ideale, il nostro paradiso è un posto dove va tutto liscio, senza intoppi, senza nodi che vengono al pettine. E se qualcuno si permette di presentarci uno o più problemi subito lo gettiamo tra i lebbrosi.

...continua a leggere "Dieci buoni motivi per amare i nostri problemi"

Governor Roosevelt poses with Al Smith for a p...
Governor Roosevelt poses with Al Smith for a publicity shot in Albany, New York, 1930 (Photo credit: Wikipedia)

Un buon modo per interagire con possibili collaboratori molto qualificati è quello di individuare i professionisti di riferimento della propria nicchia e iniziare delle conversazioni. Parliamo di questo oggi per il breve viaggio attorno al mondo delle relazioni che vi sto proponendo.

Potreste iniziare dagli elenchi dei vostri professionisti di riferimento. Poi cercate di sapere tutto di loro e quindi provare a stabilire un dialogo sulla base di ciò che sta loro a cuore. Cercate di conoscere bene uno o due argomenti e incuriosite i vostri interlocutori. Loro ameranno sentir parlare dei loro interessi e vi dovrebbero dar retta da subito, se sapete  farlo in modo amabile e disinteressato.

...continua a leggere "Come suscitare l’interesse dei migliori professionisti"

1

Party
Party (Photo credit: Moyan_Brenn)

Dovete farvi degli amici. Perciò non potete evitare locali e feste. Questo non vuol dire che dovete diventare i Jep Gambardella della mondanità, tuttavia dovete avere a che fare con le persone laddove esse si trovano. Parliamo di questo argomento, oggi, a proposito del nostro piccolo corso sulla costruzione delle relazioni.

...continua a leggere "Come fare buona impressione ad una festa"

Ultima modifica il 17 luglio 2014 alle 14:25

Português do Brasil: Evento VALETEC 1
Português do Brasil: Evento VALETEC 1 (Photo credit: Wikipedia)

Una buona idea per avere a che fare con persone interessanti è andare a vedere presentazioni, anteprime, mostre, ecc. Conoscere cosa si muove nel vostro mondo e sapere chi fa cosa e come vi dà un'architettura nella quale potete individuare con certezza il momento e le persone giuste per il vostro re-inserimento sociale e lavorativo. Tutto questo vi evita, insomma, di navigare alla cieca. Potrete così non incorrere in una serie di stancanti frustrazioni.

Questa la mossa che vi suggerisco oggi per il percorso in dieci giorni attorno al modo delle relazioni.

...continua a leggere "Come approfittare al meglio degli eventi"

7

Our Relations
Our Relations (Photo credit: Wikipedia)

Le relazioni pubbliche: queste sconosciute...anche se in tanti se ne sentono esperti e in molti sono prodighi di consigli su di esse.  Quanto sia importante occuparsene con cura appare ovvio eppure accade che invece finiamo con il tralasciarle. In sostanza non ci accorgiamo di quanto siano vitali finché non iniziamo a praticarle.

...continua a leggere "Corso breve e pragmatico sulle relazioni pubbliche"

Se devi fare una sorpresa rendila drammatica. Perché? Perché attirerà molto di più l'attenzione, semplice. Come accade in questo video.

Tutto quello che i destinatari devono fare, in questo caso, è schiacciare un bottone. Dopodiché può succedere di tutto. Una tv belga ha pensato di pubblicizzare così il suo canale ad alta definizione, così alta che ci puoi finire dentro, come nel sequel della pubblicità.

Disneyland 14
Disneyland 14 (Photo credit: William Shewbridge)

In questo altro caso le conseguenze sono ancora più drammatiche. Infatti nello striscione finale si parla di "dose quotidiana di dramma", quella dose che ci fa salire l'adrenalina perché siamo parte di un'avventura. Lo stesso meccanismo, a pensarci bene, dei parchi ricreativi e tematici o, se vogliamo, dei luna park. Che cosa chiedono le persone a Disneyland o a Gardaland? Vivere una storia, a grande contenuto drammatico, in totale sicurezza e relax. Lo stesso accade con le crociere e con i centri commerciali. Si tratta di una grande domanda di spettacolo.

...continua a leggere "La quotidiana dose di dramma per divertirci"

3

Trojan horse
Trojan horse (Photo credit: tryangulation)

Cinema e tv lo fanno, perché voi no?

Questo è il titolo provocatorio di uno dei capitoli di Come trattare gli altri e farseli amici, di Dale Carnegie (Tascabili Bompiani). Pensate che la verità basti?

La verità da sola non basta. Dev'essere resa vivida, interessante, drammatica, si deve usare uno stile spettacolare. Lo fa il cinema, lo fa la televisione, e lo dobbiamo fare anche noi se vogliamo ottenere attenzione.

Da grande esperto di sviluppo personale e di leadership Dale sapeva bene che occorre rendere spettacolari le nostre idee.  Nel suo libro cita i vetrinisti e gli spot televisivi. Non solo. Ci parla anche del genitore di un bambino che s'inventa il passaggio del trenino nella sua cameretta per fargli raccogliere tutti i giocattoli che vi ha sparso a fine giornata.  Significativo è poi l'aneddoto di Jim Yeamans, un venditore, che convince il suo cliente a cambiare il registratore di cassa facendo tintinnare delle monete per terra per fargli capire che stava buttando via i soldi.  Come notevole è anche l'esempio del venditore di creme di bellezza che dispose trentadue vasetti della concorrenza con "affrancato un cartellino che riassumeva i risultati della ricerca i modo conciso e drammatico". Così colpì l'attenzione del suo acquirente che si dimostrò interessatissimo.

...continua a leggere "Sulla necessità di drammatizzare le proprie idee"