Vai al contenuto

2

Ultima modifica il 25 maggio 2016 alle 13:47

Tre libri per i problem solver
I tre libri che non devono mai mancare per risolvere ogni problema.

Un problema? Basta superarlo, magari come facciamo con una macchina che ci sta davanti: ci buttiamo a sinistra, acceleriamo, ed è fatta. Anche nel traffico cittadino, se troviamo qualche ostacolo cerchiamo di svicolarlo il prima possibile, anche infrangendo il codice della strada. O, al limite, strombazziamo finché l'ingorgo non si scioglie. Per questo quando negli annunci di lavoro leggiamo che tra i requisiti richiesti c'è l'attitudine al problem solving pensiamo di essere i candidati ideali, diamo per scontato di avere questa qualità. Perché noi, mica siamo quelli che li creano i problemi, noi siamo quelli che li risolvono, e subito anche, all'istante. Noi sappiamo sempre quello che dobbiamo fare, in qualsiasi momento. E se non ci riusciamo la colpa non è nostra, è di chi non ci ascolta, di nostra moglie, dei figli, dello stato, delle condizioni in cui ci siamo trovati, ecc. E se i problemi che credevamo risolti si ripresentano è perché, è evidente, c'è qualche complotto cosmico che sta tramando contro di noi, altrimenti perfetti problem solver. A noi ci dovrebbero pagare perché sappiamo alla perfezione cosa fare alla guida della nazionale di calcio, del governo dei ministri, delle nazioni unite. Se al mondo ci fossero più persone come noi staremmo tutti in pace, saremmo tutti ricchi e chi rompe le scatole sarebbe subito sistemato. Se la pensate così, buon per voi, non avete bisogno del resto di questo post. Dovete solo andare avanti, farvi ascoltare in qualche modo oppure pregare Dio che non vi mandi teste di minchia nella vostra vita.

...continua a leggere "Tre libri per diventare grandi problem solver"

Umberto Santucci
Umberto Santucci e i sei cappelli per pensare.

Qualche volta incontri delle persone che ti cambiano in meglio la vita. Ti insegnano tanto, ti aprono un mondo proprio. Poche volte, poi, queste persone, anche se sono molto impegnate, sono disposte ad ascoltarti e ad accoglierti. È raro che lo facciano più di una volta. Rarissimo, poi, che si riesca ad averci a che fare per tanto tempo. A me è successo con Umberto Santucci, un problem solver e formatore al quale devo moltissimo. Ve lo consiglio proprio come consulente e non solo. Ci sono infiniti motivi per avere a che fare con lui. In occasione del suo compleanno, che è oggi, ne approfitto per ringraziarlo in pubblico e per darvi almeno dieci motivi per conoscerlo:

...continua a leggere "Dieci buoni motivi per conoscere Umberto Santucci ed essergli grati"