Vai al contenuto

2

Ultima modifica il 31 luglio 2016 alle 14:29

Pubblico al Globe Theatre di Roma.
Pubblico al Globe Theatre di Roma durante una rappresentazione estiva.

Senza pubblico non c'è teatro. Per costituzione il teatro non è tale senza il pubblico. Spesso, però, il pubblico è ignorato, dimenticato e nella migliore delle ipotesi "tollerato" a teatro. E non deve arrecare disturbo con gli squilli dei cellulari. A San Pietroburgo hanno messo a punto un sistema per bloccare il segnale di telefonia mobile. Quelli che non ne possono più del trillare di apparecchietti anche al cinema e al teatro cominciano a tirare un sospiro di sollievo. Ma il pubblico non deve nemmeno tossire, non deve scartocciare caramelle, non deve mangiare i pop corn, deve stare al buio e non deve in nessun caso parlare. Deve solo applaudire magari alla fine e anche tanto. E poi deve sgomberare il teatro in fretta in modo disciplinato. Siamo lontani, insomma, dai tempi di Shakespeare quando il pubblico assisteva mangiando, chiacchierando e rumoreggiando agli spettacoli.

...continua a leggere "Il pubblico, cattedrale del teatro"